jumpToMain
16715

Riconoscere ed eliminare

Consumo di olio maggiore

KS | Kolbenschmidt | Motorservice

Quali sono i motivi di un maggior consumo di olio? Quali sono le conseguenze del montaggio errato di un anello raschiaolio? Quali sono le cause dei graffi sul fondo della scanalatura? I fianchi degli anelli di tenuta sono usurati? Perché quando si riutilizza un pistone occorre sempre controllare il gioco in altezza degli anelli di tenuta? Qui trovate le risposte.

Consumo di olio maggiore

Il consumo totale di olio di un motore è composto essenzialmente dal consumo di olio (olio bruciato nella camera di combustione) e dalla perdita di olio (difetti di tenuta). Il consumo di olio che, attraverso le fasce elastiche e la parete del pistone, raggiunge la camera di combustione riveste oggi un ruolo subordinato. Grazie alla continua evoluzione dei componenti del motore, è stato possibile migliorare e ottimizzare ancora di più le composizioni dei materiali e i processi di produzione, nonché ridurre l’usura dei cilindri, dei pistoni, delle fasce elastiche e in ultima analisi il consumo di olio. I chilometraggi elevati che possono attualmente essere raggiunti e il numero minore di danni agli organi del manovellismo dimostrano questo fatto. Il consumo di olio che raggiunge la camera di combustione non può però essere del tutto evitato, ma può comunque essere minimizzato: i partner di scorrimento pistone, fasce elastiche e superficie di scorrimento cilindro necessitano di una costante lubrificazione per assicurare un funzionamento senza problemi. Durante la combustione, il velo di olio che rimane sulla parete del cilindro è esposto alla combustione calda. A seconda della potenza del motore, del carico, della qualità dell’olio motore e della temperatura viene fatto evaporare o viene bruciato più o meno olio motore. L’usura su pistoni, fasce elastiche e cilindri e il conseguente maggiore consumo di olio nella grande maggioranza dei casi non dipendono dai componenti stessi. Quasi sempre un evento esterno causa l’usura dei componenti: disturbi di combustione causati da errori nella preparazione della miscela, lo sporco che penetra nel motore dall’esterno, un raffreddamento motore insufficiente, la mancanza di olio, oli di cattiva qualità ed errori di montaggio. Descrizioni dettagliate dei danni che riguardano pistoni e cilindri sono riportate nelle pagine successive.

AVVERTENZA
Si rimanda alla brochure appositamente dedicata a «Consumo di olio e perdita di olio»                                                                                                                                                                                                                                                      

Errore di montaggio dell‘anello raschiaolio

19146
  • Le fasce elastiche e i pistoni non presentano tracce di usura (fig. 1).
  • Le estremità dell‘anello raschiaolio a 3 componenti e della molla a espansione sono danneggiate.
  • Il fondo della scanalatura dell‘anello raschiaolio è graffiato.

Valutazione

A causa del montaggio sovrapposto della molla a espansione, la lunghezza della circonferenza viene ridotta. Conseguenza: la molla a espansione si rompe e/o la tensione per le lamelle si perde. Le lamelle non aderiscono più alla parete del cilindro e non sono più in grado di raschiare l’olio. L’olio si trova nella camera di combustione e qui brucia. Conseguenza: consumo di olio eccessivo.

16717

Possibili cause

16718
  • Anelli raschiaolio difettosi.
  • Errore di installazione.
ATTENZIONE
I due colori della molla a espansione devono essere visibili dopo il montaggio degli anelli a lamelle. Questo contrassegno va quindi sempre controllato prima del montaggio dei pistoni nell’alesaggio (anche con le fasce elastiche premontate) (fig. 2a).

Usura dei pistoni, delle fasce elastiche e della superficie di scorrimento cilindro causata dallo sporco

19145
  • Pistoni: portanza opaca sul bordo della superficie e il mantello del pistone con sottili scanalature longitudinali.
  • Tracce di usura da rotolamento sul mantello.
  • Fianchi delle scanalature anulari usurati, in particolare in corrispondenza della prima fascia elastica (fig. 2b).
  • Gioco in altezza delle scanalature anulari eccessivo, in particolare quello della prima fascia elastica.
16720
16715

Valutazione

Le scanalature sul pistone e sulle fasce elastiche, una portanza opaca sul mantello del pistone, tracce di rotolamento sui fianchi della fascia elastica (fig. 4 e 5) sono sempre conseguenze di corpi estranei abrasivi nel circuito dell’olio. Le fasce elastiche usurate sulle superfici di scorrimento e sui fianchi non sono più in grado di ermetizzare a sufficienza i cilindri contro la penetrazione di olio nella camera di combustione. Contemporaneamente la pressione nel basamento aumenta a causa dei gas di scarico che fluiscono nel pistone. Possibile conseguenza: fuoriuscita di olio maggiore dagli anelli di tenuta radiali, dalle guarnizioni dello stelo della valvola e da altri punti di tenuta. Le tracce di rotolamento sulle fasce elastiche si formano se le particelle di sporco si accumulano nella scanalatura anulare. La fascia elastica si sposta quindi sempre di più sui frammenti di sporco durante la sua rotazione nella scanalatura, causando le tracce caratteristiche.

16722
16723

Possibili cause

  • Particelle di sporco smerigliate che raggiungono il motore insieme all’aria di aspirazione a causa dello scarso filtraggio, per es.:
    • Filtro aria assente, difettoso, deformato o sottoposto a manutenzione errata.
    • Punti non a tenuta nel sistema di aspirazione, ad es. flangia deformata, guarnizioni assenti o tubi flessibili difettosi o porosi.
  • Particelle di sporco che non sono state completamente eliminate alla revisione del motore. Durante la revisione, i componenti del motore subiscono spesso trattamenti di sabbiatura o pallinatura per eliminare i duri depositi o residui di combustione dalle superfici. Se i prodotti utilizzati si accumulano nel materiale e non vengono eliminati correttamente, si possono staccare durante il funzionamento del motore, causando usura abrasiva. Nella fig. 6 e 7 questo tipo di danno provocato dallo sporco è stato esaminato in laboratorio con il microscopio a luce polarizzata. Si notano chiaramente i frammenti del materiale utilizzato per la pallinatura o addirittura piccole sfere di vetro.
  • Particelle di materiale asportato per attrito che si formano nella fase di rodaggio del motore e che, al successivo cambio dell’olio, ritornano nei partner di scorrimento attraverso il circuito dell’olio, causando l’usura. Tuttavia, gli elementi maggiormente danneggiati sono gli affilati bordi che raschiano l’olio delle fasce elastiche.
16724
16725

Articoli correlati